In questo articolo scopriamo che cosa sono le linee vita, a cosa servono, in che modo garantiscono la sicurezza degli operatori, migliorando allo stesso tempo la qualità del lavoro svolto. Approfondiremo inoltre quando diventa obbligatorio installare le linee vita, come avviene e quanto costa la loro installazione.

Indice
Che cosa sono le linee vita?
A che cosa servono le linee vita?
È obbligatorio installare le linee vita?
Come avviene e quanto costa l’installazione e la manutenzione delle linee vita?

Che cosa sono le linee vita?

Le linee vita sono dei dispositivi di ancoraggio, posti sulla copertura di un edificio, cioè il tetto, formati da un cavo rigido su cui scorre un elemento di connessione, cioè un moschettone. Ad esse possono agganciarsi gli operatori che svolgono lavori in quota, tramite l’imbracatura e gli altri DPI (dispositivi di protezione individuale).

I principali componenti delle linee vita sono tre:

1. Un sostegno verticale per fissare la linea che varia in base al tipo di copertura, ad esempio la trave di colmo, le falde del tetto o il pacchetto isolante

2. Un dissipatore di energia che rallenta e frena la caduta dell’operatore

3. Dei punti di ancoraggio sotto-tegola, perfetti per edifici storici, dato che sono poco visibili

Esistono diverse tipologie di linee vita, a seconda del tipo di lavoro da svolgere. Ci sono infatti diversi criteri che differenziano le linee vita. In particolare, si distinguono:

Linee vita orizzontali, inclinate o verticali 

Le linee vita non sono necessariamente costituite da un binario orizzontale, ma possono anche essere inclinate o curve, per seguire l’andamento del colmo di un tetto o quello articolato di una parete.

Linee vita flessibili o rigide

Le linee vita flessibili sono realizzate con un cavo in acciaio inox installato in tensione oppure con un cavo in fibra di tessuto, mentre le linee vita rigide sono realizzate con profilati metallici di alluminio o acciaio.

Linee vita provvisorie o permanenti

Le linee vita permanenti (o fisse) rimangono stabilmente in dotazione dell’edificio, mentre le linee vita provvisorie (o temporanee) vengono installate per essere utilizzate e successivamente rimosse e poi eventualmente riutilizzate su un altro edificio.

A che cosa servono le linee vita?

Le linee vita vengono installate di solito per svolgere lavori di piccola entità e di breve durata. Tra questi ci sono ad esempio la pulizia delle grondaie, la pulizia di un pannello solare, la sostituzione di alcune tegole del tetto, la manutenzione di un condizionatore esterno o di un’antenna televisiva. Tuttavia, dato l’avanzamento del lavoro su fune in sempre più campi dell’edilizia, le linee vita vengono installate anche per svolgere lavori più consistenti.

Lo scopo delle linee vita è garantire la sicurezza di coloro che svolgono questo genere di lavori operando su fune. Più specificamente, le linee vita evitano o rallentano la caduta degli operatori in caso di incidenti, dovuti per esempio a scivolamento, perdita di conoscenza o distrazione. Inoltre, le linee vita hanno il vantaggio di consentire agli operatori una maggiore libertà di movimento, migliorando quindi la qualità del lavoro svolto.

L’installazione delle linee vita rende infatti possibile il lavoro degli operatori su fune, eliminando la necessità dei ponteggi. Il montaggio di questi ultimi è spesso piuttosto oneroso in termini di spazio e di soldi. Invece, le linee vita garantiscono un grosso risparmio economico, e anche in termini di tempo, eliminando gli svantaggi dei ponteggi.

È importante che le linee vita siano installate sul proprio edificio per evitare eventuali responsabilità verso possibili danni a coloro che eseguono i vari lavori di manutenzione. Nel prossimo paragrafo, approfondiamo specificamente la normativa che regola l’installazione delle linee vita.

È obbligatorio installare le linee vita?

La normativa riguardante le linee vita è stabilita dal Decreto Legge 81/2008 (Testo unico sulla sicurezza sul luogo di lavoro). Questo decreto stabilisce che installare le linee vita è obbligatorio quando i lavori di costruzione, ristrutturazione o manutenzione di un edificio vengono svolti oltre i due metri di altezza rispetto ad un piano stabile.

In base al decreto, inoltre, è obbligatorio installare una linea vita quando la copertura, ovvero il tetto dell’edificio, diventa un luogo di lavoro stabile. Questo accade, ad esempio, quando vengono svolte opere di bonifica, installazione, manutenzione di condizionatori, pannelli solari, parabole.

In generale, bisogna tenere conto del fatto che le normative specifiche variano da regione a regione e dunque è buona pratica informarsi su quali sono le leggi locali che regolano l’uso delle linee vita. Ad oggi, in Italia, sussiste una legislazione pertinente in quasi tutte le regioni del nord Italia, in alcune regioni del centro e in Sicilia.

Come avviene e quanto costa l’installazione e la manutenzione delle linee vita?

Installare le linee vita è un processo che comprende diverse fasi:

  • Progettazione
  • Montaggio sul tetto
  • Rilascio della certificazione
  • Istruzioni d’uso
  • Verifica dei punti di ancoraggio
  • Programma di manutenzione

Per quanto riguarda i costi, ti invitiamo a contattarci per ottenere un preventivo per l’installazione delle linee vita sul tuo edificio. Edilizia Alternativa è altamente specializzata nei lavori in quota su fune e dunque, rivolgendoti a noi, potrai ottenere un prezzo molto più vantaggioso rispetto a quello che propongono le compagnie edili tradizionali.

Ti aspettiamo!

Call Now ButtonCHIAMACI